IVECO protagonista del trasporto sostenibile nel Brennero con l’inaugurazione della prima stazione di rifornimento LNG ​​​​​dell’Alto Adige e la consegna dei primi Stralis LNG a FERCAM


Grazie anche all'esenzione dei mezzi commerciali LNG dal sistema di pedaggio MAUT in Germania, le imprese che - come FERCAM - avranno nella propria flotta gli Stralis LNG potranno viaggiare tra l'Italia e la Germania senza inquinare e con costi operativi molto ridotti.

La cerimonia è stata anche occasione per IVECO per effettuare le prime consegne di Stralis LNG a FERCAM, azienda multinazionale e leader della logistica transalpina, con sede a Bolzano.

È stata inaugurata, presso l’Autoporto di Sadobre nella provincia bolzanina di Vipiteno, la prima stazione di rifornimento LNG dell’Alto Adige, di proprietà di APS fuel. Presenti all’evento Pierre Lahutte, IVECO Brand President; Isabella De Monte, Deputata al Parlamento Europeo nella Commissione per trasporti e turismo; Daniel Alfreider, ex deputato alla Camera e candidato SVP per il Consiglio Provinciale dell’Alto Adige; Elmar Morandell, Presidente dei trasportatori merci in APA; Thomas Baumgartner, Presidente FERCAM e Presidente ANITA; Roberto Padovani, titolare della APS Fuel, oltre alla stampa e a numerose altre Istituzioni.

Proprio nei giorni scorsi l’Assemblea del Tirolo - regione austriaca di confine al di là delle Alpi – ha stabilito, con decorrenza da agosto 2019, il divieto di transito per i camion Euro 4, esteso anche agli Euro 5 dal 2021; ha inoltre previsto l’estensione agli Euro 6 dell’attuale divieto settoriale per tutti i veicoli di massa complessiva superiore alle 7.5 ton, che trasportano un lungo elenco di merci classificate. A fronte di tali provvedimenti, l’alimentazione a gas naturale garantirà a tutti i veicoli LNG un’esenzione dalle limitazioni di traffico stabilite e contribuirà alla riduzione delle criticità legate al tema ambientale in un’area geografica chiave per i trasporti in entrata e in uscita dall’Italia.

La nuova stazione, ubicata in un’area geografica strategica, raggiungibile direttamente dall’Autostrada A22 – da entrambe le direzioni nord/sud – in prossimità del confine tra Italia e Austria, è destinata quindi a ricoprire un ruolo di importanza straordinaria, poiché si colloca a ridosso del valico del Brennero, afflitto da un problema di inquinamento ambientale al centro di un dibattito intenso e più che mai vivo in questi giorni, per il quale si candida come possibile concreta soluzione.

Pierre Lahutte, IVECO Brand President, ha commentato: “La tecnologia che impiega carburanti puliti come il gas naturale o il biometano - per il quale i nostri mezzi sono già predisposti - costituisce la soluzione immediatamente praticabile per attraversare il Brennero e tutto l'arco Alpino in modo sostenibile, sia dal punto di vista ambientale sia economico. I traffic ban per i Diesel nel Tirolo e nelle Regioni del Nord Italia e l'esenzione dal sistema di pedaggio MAUT in Germania stanno confermando ulteriormente che il gas è la risposta più efficace all’impatto ambientale del trasporto stradale. Con la sua intera gamma di veicoli alimentati a gas naturale, IVECO ha trasformato il concetto di sostenibilità in una realtà concreta e praticata da numerosi clienti che, come FERCAM, hanno scelto di condividerne la vision sul futuro del settore dei trasporti”.

L’impianto, in grado di stoccare ben 80 m3 di GNL e di rifornire circa 250 autoarticolati al giorno, è provvisto di 12 pistole ad alta portata, distribuite su sei corsie, per rendere più veloci le operazioni di rifornimento. A completamento dell’offerta della stazione una serie di servizi aggiuntivi per soddisfare i clienti a 360°, tra cui 300 parcheggi per mezzi pesanti.

L’inaugurazione è stata anche occasione per la consegna ufficiale da parte di IVECO dei primi Stralis NP 460 a FERCAM, azienda multinazionale di trasporti e logistica con sede a Bolzano, ha acquistato da GASSER, la concessionaria IVECO di riferimento di zona, con oltre 60 anni di esperienza. L’azienda altoatesina, leader nella logistica a livello europeo, ha scelto di mantenere l’impegno verso i suoi clienti anche attraverso la scelta di veicoli ecosostenibili e a basso impatto ambientale. L’acquisto rientra negli obiettivi strategici 2015-2020 che l’azienda altoatesina ha elaborato nel programma “CLEAN, SMARTER LOGISTICS” in risposta alla crescente esigenza di sostenibilità che sempre più caratterizza il settore dei trasporti. La scelta è caduta naturalmente sui pesanti stradali di IVECO, grazie alla riconosciuta leadership della casa costruttrice nell’ambito delle trazioni alternative. I veicoli, equipaggiati con serbatoi criogenici capaci di un’autonomia di 1.600 km, coniugano elevate prestazioni - pari se non superiori a quelle di un veicolo diesel - al massimo della sostenibilità, che si traduce sia a livello economico, attraverso una sensibile riduzione del Costo Totale d’Esercizio (TCO), sia a livello ambientale.

“Il Gas naturale liquefatto (LNG) è particolarmente indicato per il trasporto di merci e per il trasporto pubblico – ha commentato Alex Gasser, titolare della omonima concessionaria IVECO - Con i nostri motori a LNG siamo in grado di ridurre le emissioni di particolato del 99% rispetto ai limiti Euro VI, di NO2 del 90% e fino al 10% la CO2 rispetto al suo omologo diesel, valore che sale addirittura al 95% attraverso l’uso del biometano. Il loro funzionamento è, inoltre, molto più silenzioso: nel caso specifico i veicoli FERCAM sono dotati di optional SILENT MODE, che riduce il livello di rumorosità a 71 dB, misurati nel test Piek Quiet Truck. Siamo orgogliosi che un’azienda di trasporti altoatesina come FERCAM abbia scelto i nostri automezzi e siamo fiduciosi che anche le amministrazioni locali presto vorranno seguire questa scelta per il trasporto persone urbano. Infatti anche i centri cittadini potrebbero trarre grandi vantaggi da questa innovativa tecnologia”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Vendite Jeep in Europa